Veterano nel senso proprio del termine, uno dei due maremmani vincitore nel 1985 del prestigioso premio “Apollo d’Oro” al miglior arciere della competizione, ormai da anni in disuso. Attualmente in forza come secondo allenatore degli arcieri, si rende protagonista con le sue gesta di capo degli addetti lavatura/asciugamento piatti e stoviglie nella taverna.
Nonno.